Friday 22 September - 06:36
cielo sereno
icona meteo

Parco dei Nebrodi

nebrodi

Il Parco dei Nebrodi

 parco  

 http://www.parcodeinebrodi.it/

Il Parco dei Nebrodi, istituito con decreto dell’Assessorato per il Territorio e l’Ambiente della Regione Siciliana n.560 del 4 agosto 1993, è esteso su una superficie di ha 85.687. Include le aree di più pregevole valore naturalistico di questa porzione della catena montuosa settentrionale dell’Isola, compresa fra Peloritani e Madonie e bagnata a nord dal Mar Tirreno. All’interno di esso viene tutelato il più vasto complesso boschivo della regione (oltre il 50%) dove sono notevoli e prevalenti le formazioni di faggio, agrifoglio, perastro ginestra e varie piante arbustive. Numerosi tipi caratterizzano inoltre la vegetazione rupestre o quella ripariale e lacustre. Significativa è la presenza di specie faunistiche, particolar- mente concentrate nelle aree boschive e rocciose ( 16 di mammiferi, 11 di rettili, 150 di uccelli), tra cui vanno ricordati la volpe, la martora, il gatto selvatico, l’istrice, la lepre, la testuggine, la palustre, il ramarro, la natrice, l’aquila reale, il gheppio, la poiana, l’allocco, l’upupa, il germano, la folaga, la coturnice. Importante risulta tra l’altro la diffusione del cavallo sanfratellano in stato di totale libertà.

cascate

Il paesaggio risulta multiforme e in molti casi aspro, forte- mente inciso com’è da profonde vallate e spesso interessato da affioramenti rocciosi che offrono lo spettacolo di valloni incassati. lisce pareti e compatti ammassi o appuntiti vette di dolomitici calcari. Il tasso di piovosità della zona, il vasto mantello forestale e la costituzione geo-pedologica permettono la ricchezza e la relativa stabilità del patrimonio idrologico, ovvero il sistema fluviale delle fiumare, alimentato da un fitto reticolo di torrenti, la diffusione di laghetti d’alta montagna (Biviere, Quattrocchi, Maullazzo, Trearie, Cartolari e diversi margi) e l’esistenza di numerose sorgenti. Le attività tradizionali e artigianali, svolte dalle popolazioni locali, i ricchi centri d’arte e le consuetudini più antiche che ancora si conservano, concorrono a fare del Parco una realtà di particolare complessità e interesse.
parco2